Gio 08 Giu 2017 | Categoria: Cosa di nuovo

Integratori alimentari: necessario armonizzare la normativa europea. L’eurodeputato Alberto Cirio in visita alla Farmaceutici Procemsa di Torino

Chiedere all’Unione Europea di armonizzare la normativa di un comparto che incide positivamente sul piano economico – produttivo del Paese. L’eurodeputato Alberto Cirio (PPE - FI), membro della Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI), ha fatto visita allo stabilimento industriale torinese della Farmaceutici Procemsa Spa, azienda che siede nel Consiglio Direttivo di FederSalus e, constatando il valore e l’eccellenza della filiera di produzione degli integratori alimentari, ha raccolto le istanze del settore. Da qui la proposta di fissare in autunno un momento di riflessione a Bruxelles per avviare un percorso di cambiamento dal punto di vista normativo.

"L'Italia spende ogni anno per la salute più di 140 miliardi di euro - sottolinea l'eurodeputato Alberto Cirio - A livello pubblico è la seconda voce della spesa statale. Parliamo in media di un costo di oltre 2400 euro a cittadino e, con l'invecchiamento della popolazione, questo dato non potrà che continuare a crescere. Per questo, stili di vita sani e una corretta alimentazione sono elementi fondamentali su cui investire per garantire il benessere collettivo e prevenire molte malattie, ma anche per cercare di abbattere i costi del nostro sistema sanitario. La ricerca scientifica ha reso gli integratori alimentari un supporto valido in questa direzione, in particolare nel nostro Paese dove il comparto rappresenta un'eccellenza a livello internazionale, con decine di migliaia di persone impiegate nel settore. Nei prossimi mesi la Commissione UE interverrà sulla legislazione in materia e noi chiederemo l'impegno ad armonizzare la normativa europea, portando proprio il modello italiano come esempio per tutta l'Europa".

Qui il comunicato stampa completo