Gruppi di Studio FederSalus: attività in sinergia con i gruppi EHPM

Condividi

L’attività dei Gruppi di Studio FederSalus è costante e proficua per essere sempre più vicina alle esigenze delle aziende associate. All’interno dell’Associazione sono istituiti tre Gruppi di Studio: Qualità, Botanicals e Probiotici che, raggruppando aziende per aree tematiche, consentono di approfondire questioni ed interessi di specifica rilevanza lungo la filiera. I GdS lavorano su tematiche specifiche in raccordo con i gruppi analoghi costituiti presso la Federazione europea EHPM.  L’obiettivo è continuare a trattare i temi caldi a livello europeo che riguardano aspetti cruciali per il settore. 

I Gruppi sono coordinati dalla Dr.ssa Stefania Mariani e dalla Dr.ssa Maria Elena Carrabetta.

Un lavoro, dunque, fortemente orientato verso le esigenze specifiche delle aziende impegnate nel mercato degli integratori alimentari. Il Gruppo “Qualità” affronta questioni calde in termini di criticità per le aziende, come ad esempio il Biossido di Titanio e l’Ossido di Etilene, supportando anche la definizione delle posizioni europee.  In agenda, tra l’altro, anche la questione relativa ai livelli massimi di vitamine e minerali per cui EHPM presenterà una proposta alla Commissione Europea che tenga conto di evidenze scientifiche e non basata solo sul criterio della tradizione d’uso.

Il Gruppo “Botanicals” ha l’obiettivo di trattare temi legati alla sicurezza e ai claim dei botanicals. Il lavoro di allestimento delle schede relative alle piante, in collaborazione con la Prof.ssa Maria Daglia dell’Università Federico II di Napoli, ha l’obiettivo di sostenere l’uso tradizionale e la sostenibilità scientifica del claim salutistico. Attualmente il GdS sta lavorando per supportare la proposta di EHPM per la valutazione degli health claims dei botanicals negli integratori alimentari.

Il Gruppo “Probiotici”, infine, sta lavorando affinché venga trovata una soluzione comune tra gli Stati Membri per consentire all’industria di utilizzare la denominazione “probiotico” superando le attuali criticità regolatorie, adottando un’armonizzazione coerente e formale, in linea con lo spirito del Regolamento claims. Il GdS è concentrato sulle questioni attinenti il mercato italiano.

Attraverso i report disponibili sul sito FederSalus è possibile seguire l’evoluzione dei lavori.

 

 

Altro da FederSalus