Select Corsi

 
Corsi
28.02.2014
 
Inizio:
28 Febbraio 2014
Fine:
28 Febbraio 2014
Corso Tipo:
Luogo:
Milano

Integratori Alimentari nello scenario Healthcare. Il ruolo del Medico

Il 28 febbraio si è svolto a Milano, in un’edizione rinnovata, il seminario di approfondimento sul mercato degli integratori.
Dopo la panoramica aggiornata offerta da Riccardo Bruno di Nielsen sull’andamento del comparto e sulle dinamiche distributive che confermano la posizione dominante della farmacia, è stata la volta di Isabella Cecchini con la presentazione dell’ indagine condotta da GfK Eurisko per FederSalus: “Gli orientamenti degli italiani verso gli integratori e il ruolo degli influenti”. L’indagine ha rilevato come in un contesto di grandi difficoltà economiche, la salute, il prendersi cura di sé e del proprio benessere continuano ad essere un bisogno primario. Nel concreto si osserva un diffuso investimento nelle pratiche per il mantenimento del proprio benessere con 2 italiani su 3 che dichiarano di mettere in atto strategie per mantenere e migliorare la propria salute. In questo contesto il consumo di integratori alimentari, non solo in una logica di promozione del benessere, ma anche di gestione dei piccoli disturbi, rappresenta una scelta giusta per i 2/3 degli italiani che nell’ultimo anno hanno dichiarato di averne fatto uso. Esplorato anche il processo di acquisto che evidenzia come medico e farmacista siano, in 2 casi su 3, gli influenti principali per il consumatore che decide di acquistare un integratore.
   
 
Nella seconda parte della mattinata il focus si è spostato sulla figura del medico con la presentazione a cura di Bruno Sfogliarini dell’indagine realizzata da Medi-Pragma: “Il ruolo degli integratori nella pratica quotidiana del medico” che ha preso in esame il valore degli integratori alimentari nella pratica quotidiana di medici di famiglia, ginecologi, pediatri e geriatri. È emerso come oltre il 75% degli intervistati consideri gli integratori alimentari una fonte concentrata di sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico, da suggerire principalmente in caso di astenia, per accrescere le difese immunitarie e a supporto in caso di terapie antibiotiche. In particolare, medici di famiglia e ginecologi suggeriscono l’integrazione soprattutto per scopi fisiologici, mentre i geriatri consigliano il consumo di integratori come supplemento alla nutrizione. In ogni caso, a motivare il consiglio al paziente prevale il riconoscimento della loro efficacia. 
A seguire l’intervento di Elena Folpini di New Line Ricerche di Mercato ha analizzato i meccanismi che trainano il sell-out del comparto soprattutto dal punto di vista dei presupposti che guidano il consumatore all’acquisto, evidenziando la rilevanza dell’informazione medica, del training e dell’attività in store in farmacia.
A conclusione i contributi di Paolo Spriano e Maurizio Lucarelli di SNAMID, Società di Aggiornamento per il Medico di Medicina Generale, hanno evidenziato quanto sia necessario creare le condizioni affinché il MMG possa rappresentare l’interlocutore esauriente dei suoi pazienti, in grado di personalizzare l’intervento educazionale per motivarli in modo chiaro e convincente, fornendo indicazioni e regole condivise per una corretta alimentazione e un’appropriata integrazione.
In questa direzione l’apertura di canali informativi e formativi diretti ai MMG potrebbero rappresentare dei modelli di lavoro favorevoli per migliorare la relazione tra produttori e MMG.
Annulla