mar 19 maggio 2015 | Categoria: Media

Da Cosmofarma a Expo 2015: gli integratori alimentari tra i temi di interesse dei media

Un mese ricco di appuntamenti, quello di aprile, per il comparto degli integratori, che hanno raccolto un interesse molto positivo non solo da parte degli associati, ma anche della stampa.
Primo tra tutti Cosmofarma Exhibition, evento leader in Europa per il mondo della farmacia, che quest’anno ha registrato la presenza di quasi 30 mila partecipanti, ben l’8% in più rispetto al 2014. La manifestazione ha rappresentato un’importante occasione di visibilità per l’Associazione che, grazie all’importante partnership con Bologna Fiere, è stata per tre giorni protagonista del dibattito sull’integrazione alimentare nello Spazio istituzionale FederSalus.
 
Un importante momento di comunicazione che, anche attraverso la voce del Presidente Marco Fiorani, intervistato ai microfoni di Socialfarma web, ha contribuito a rafforzare il ruolo autorevole dell’Associazione.
 
Di grande rilevanza per il settore, i media e più in generale l’opinione pubblica, i temi di Expo 2015, centrali rispetto all’identità di FederSalus. A questo proposito, la testata B Bellezza e Benessere in Farmacia ha dedicato un articolo al workshop internazionale di prossima realizzazione “Global trends, regulation and innovation in Food supplement products”, organizzato da FederSalus in collaborazione con il Parco Tecnologico Padano di Lodi, in programma il 29 maggio.
 
Si confermano di interesse per i media i dati di mercato degli integratori. Sempre alta l’attenzione sull’andamento del mercato, il consolidamento di alcuni trend e l’analisi dei diversi canali di distribuzione. Nelle ultime settimane, sono stati pubblicati articoli di approfondimento su testate specializzate come Punto Effe e su portali online generalisti e di settore.
 
Inoltre, l’Associazione ha preso posizione sullo studio presentato nel corso del meeting annuale dell’American Association for Cancer Research, in merito alla presunta relazione tra consumo di integratori con il rischio cancro. Marco Fiorani, Presidente FederSalus ha così chiarito su Farmacista33: "Gli integratori hanno per definizione una funzione di integrazione alimentare e non terapeutica, né tanto meno di prevenzione del cancro. Essi sono una fonte concentrata di nutrienti e altre sostanze funzionali che aiutano, in caso di bisogno, a favorire il benessere dell’organismo. Devono pertanto essere assunti seguendo i giusti dosaggi e in determinate condizioni, come ad esempio gravidanza o allattamento, affidandosi al consiglio di un medico o di un farmacista. L’eventuale abuso deve assolutamente essere corretto ed evitato".
Annulla