mar 3 aprile 2018 | Categoria: Noi per Voi

Due nuovi position paper per Medici e Farmacisti, figure di riferimento per il consumo degli integratori alimentari

 
Con l’aumento dell’aspettativa di vita e dell’età media della popolazione, insieme ad una crescente attenzione verso la prevenzione e il benessere, è aumentato anche l’interesse verso gli integratori alimentari. La prevenzione primaria infatti passa attraverso alimentazione, attività fisica, stili di vita sani e corretti e, qualora questo non bastasse, attraverso il supporto di una integrazione alimentare sicura ed efficace. L’integratore alimentare infatti, che per definizione rappresenta una fonte concentrata di sostanze nutritive e di altre sostanze con effetto nutritivo e fisiologico, può avere un ruolo importante nell’ambito della prevenzione primaria e di un corretto stile di vita, favorendo il mantenimento dello stato di salute e contribuendo, di conseguenza, ad una riduzione dei costi di gestione delle patologie croniche, strettamente legate all’invecchiamento, e che incidono significativamente sull’SSN1,2,3.
 
Secondo un’indagine Gfk per Federsalus, nell’ultimo anno, ben il 65% della popolazione adulta, circa 32 milioni di italiani, ha utilizzato un integratore4: di questi il 38% di essi ha richiesto il consiglio del medico e il 37% quello del farmacista, che si confermano le due figure di riferimento per il consumo di integratori alimentari, mentre la farmacia si conferma luogo privilegiato per l’acquisto.
 
 
Proprio sulla base di queste evidenze, e in continuità con quanto già realizzato con il “Position Paper sulla Qualità di Filiera” per garantire una produzione di integratori di qualità, Federsalus, ha sviluppato due nuove guide, con il patrocinio di SINut – Società Italiana di Nutraceutica, dedicate rispettivamente al Medico di Medicina generale e al Farmacista, per rispondere al meglio alle loro esigenze informative sul tema degli integratori e per individuare e valutare le eventuali criticità che possono riscontrare nel consigliare gli integratori alimentari ai propri pazienti o clienti.
 
FederSalus lavora al fianco dei suoi Associati e delle Istituzioni per valorizzare la specifica identità ed il ruolo dell’integratore nella sua funzione nutrizionale e fisiologica e la valenza industriale della filiera. In particolare, è impegnata a favorire la reputazione del comparto e promuovere l’educazione e la consapevolezza sulla qualità dei prodotti; a sostenere un quadro regolatorio armonizzato, coerente e adeguato alla specificità dell’integratore alimentare; a sostenere la fondatezza scientifica delle indicazioni sulla salute; a promuovere la qualità dei prodotti commercializzati dalle aziende del settore a tutela del consumatore; a incoraggiare, infine, il razionale e corretto utilizzo degli integratori alimentari, operando affinché vi sia una piena consapevolezza, a tutti i livelli, delle specificità degli integratori alimentari.
 
Con i Position Paper si conferma dunque l’impegno di Federsalus non soltanto nel garantire l’eccellenza qualitativa della filiera e dei prodotti, ma anche nel fornire supporto e informazioni necessarie affinché gli integratori alimentari siano conosciuti, comunicati e consigliati in modo corretto e funzionale al benessere dei consumatori e allo sviluppo di una cultura della salute che passi attraverso la prevenzione.
 
I Position Paper contengono informazioni sul posizionamento degli integratori alimentari sia nel contesto sanitario sia in quello di mercato, sugli aspetti regolatori e sulle evidenze scientifiche relative ai benefici degli integratori alimentari nella dieta e in termini di prevenzione primaria. Le cinque aree principali di intervento individuate nei Position Paper sono: benessere cardio-metabolico, benessere muscolo-scheletrico, benessere mentale ed invecchiamento, benessere uro-ginecologico e benessere gastro-intestinale.
 
Nei Paper viene inoltre dedicato un approfondimento sul ruolo centrale del medico e del farmacista di counselor della salute e verso il consumatore per un corretto utilizzo degli integratori, con una attenzione particolare ai canali e modalità di aggiornamento e comunicazione. La comunicazione e l’informazione infatti rappresentano gli elementi chiave alla base del processo decisionale dei consumatori, sensibilizzando e stimolando la scelta di utilizzo e quindi l’acquisto.
 
1 Frost & Sullivan. Healthcare Cost Savings of Phytosterol Food Supplements in the European Union. marzo 2017.
2 Frost & Sullivan. Healthcare Cost Savings of Calcium and Vitamin D Food Supplements in the European Union. gennaio 2017.
3 Frost & Sullivan. Healthcare Cost Savings of Omega 3 Food Supplements in the European Union. aprile 2016.
4 GfK Food Supplements Monitor 2017 per FederSalus.
 
Annulla