mer 21 settembre 2016 | Categoria: Noi per Voi

Integratori alimentari nell’Unione Europea, un libro fa chiarezza sulle ultime novità del settore e sugli sviluppi regolatori, con una overview della situazione europea

Importante notizia per gli operatori del settore degli integratori alimentari: a fare luce sull’intero complesso delle norme comunitarie che regolano il comparto contribuisce  il libro “Integratori Alimentari nell’Unione Europea. Normativa comunitaria e normative nazionali, aspetti scientifici della valutazione della sicurezza e dell’efficacia e struttura dei mercati nell’UE”, a cura di Vittorio Silano e Marco Fiorani che sarà presentato il 19 ottobre 2016 a Milano, presso la Sala Terrazzo di Palazzo Giureconsulti (piazza dei Mercanti 2) alla presenza degli Autori e della moderatrice, la giornalista Tiziana Azzani.
 
L’ampiezza dei riferimenti normativi comunitari e di quelli degli Stati Membri dell’Unione Europea relativi al settore degli integratori, e la complessità scientifica di alcuni aspetti di comunicazione sulle attività nutrizionali e/o fisiologiche delle sostanze utilizzate negli stessi, infatti, hanno finito per creare una complessità concettuale e multidisciplinare che può disorientare gli stessi “addetti ai lavori”.
 
Più precisamente, agli integratori alimentari si applicano molte normative comunitarie in materia di sicurezza dei prodotti e di informazione dei consumatori, armonizzate a livello dell’Unione Europea; ma si applica anche una normativa settoriale specifica, solo parzialmente armonizzata a livello comunitario e quindi caratterizzata, per alcune categorie di integratori, da notevole eterogeneità a seconda dello Stato membro dell’Unione.
 
La pubblicazione, attraverso una lettura sistematica, coerente ed aggiornata, intende quindi presentare l’intero complesso delle norme che disciplinano il settore, evidenziandone gli aspetti specifici.
 
Nel testo, strutturato in sette capitoli, ognuno dedicato ad analizzare un aspetto specifico del tema, viene innanzitutto introdotto il contesto istituzionale e normativo dell’Unione Europea, per poi passare all’esame della normativa settoriale in materia di integratori alimentari a base di vitamine e minerali, armonizzata a livello comunitario, ed a quello delle normative comunitarie orizzontali applicabili anche agli integratori alimentari, ivi incluse quelle sull’informazione obbligatoria e volontaria dei consumatori, quelle in materia di sicurezza alimentare e quelle sui “nuovi alimenti”. Si prosegue con la trattazione della normativa vigente nei diversi Stati Membri, e non armonizzata a livello comunitario, per gli integratori diversi da quelli a base di vitamine e minerali fornendo un quadro delle notevoli differenze esistenti nelle prescrizioni vigenti nei vari Paesi Membri dell’Unione. Ancora, vengono esaminati gli aspetti scientifici della valutazione di sicurezza e dell’efficacia degli integratori alimentari e viene approfondito il tema degli integratori a base di erbe (i cosiddetti “botanicals”), con alcuni suggerimenti alle aziende che si trovano ad operare nel rispetto di una normativa che è rimasta per alcuni aspetti sospesa fra quella nazionale e quella comunitaria e che quindi presenta molte disomogeneità fra i diversi Stati. Infine, viene svolta un’analisi del mercato e delle tendenze di acquisto dei consumatori, sia nel complesso dell’Unione Europea che dei singoli Stati membri, con particolare riferimento all’Italia; il testo si chiude  con le osservazioni sulla possibile evoluzione futura di alcune normative relative agli integratori alimentari e del mercato.
 
Una lettura decisamente utile per conoscere, padroneggiare e approfondire le regole del mercato degli integratori alimentari. 
 
Annulla