mer 17 febbraio 2016 | Categoria: Persone

Intervista a Roberto Valente, Bologna Fiere

Il Centro Studi FederSalus ha evidenziato come oltre il 65% delle aziende associate ha un fatturato riconducibile all’export e ad altre attività all’estero e un ulteriore  12% sta valutando di estendere le proprie attività oltre confine.
Segno tangibile di un contesto economico che si sta trasformando a grande velocità e che non può lasciare indifferenti le aziende che in questo settore operano.
Facile dunque immaginare che questo processo di internazionalizzazione sia un fenomeno prospetticamente molto rilevante ed interessante  per la filiera  dell’integratore alimentare. Un’opportunità che trova la sua concretezza nel valore dell’industria italiana in termini di qualità ed innovazione di prodotto e processo che non ha eguali in Europa e nel mondo. 


FederSalus, che sul fronte dell’internazionalizzazione offre da alcuni anni ai suoi associati occasioni di approfondimento e formazione, oggi mette a disposizione delle aziende del settore una nuova opportunità. In collaborazione con BolognaFiere, nasce NUCE Health World Expo, l’unico Salone Internazionale per l’industria nutraceutica, cosmetica, functional food & beverages e health ingredients.  Di cosa si tratta esattamente? 
Si tratta dell’unico evento italiano dedicato interamente a questo settore, dove le opportunità di business si coniugano con un completo programma di convegni e in cui verrà messo in risalto il valore della filiera italiana che, in questo comparto, rappresenta un’eccellenza a livello mondiale.
 
In che modo il progetto in partnership tra BolognaFiere e FederSalus può rappresentare un vantaggio per le aziende? 
I vantaggi sono molteplici: dall’entrare a far parte del circuito di eventi internazionali di BolognaFiere al beneficiare della concomitanza con Cosmopack; dalla possibilità di avere grande visibilità nazionale e internazionale all’ottimo rapporto costo/beneficio.
 
Quante aziende potranno aderire ed entro quali tempi? 
Il format di quest’anno è limitato a circa 30-35 aziende e i tempi, ormai, sono strettissimi in quanto Nuce Health World Expo avrà luogo il 17 e 18 marzo!


La partecipazione è vincolata a dei parametri legati alle dimensioni dell’azienda e al suo business? 
Non ci sono vincoli di dimensione aziendale. Naturalmente il business dell’azienda deve essere legato al mondo della nutraceutica: materie prime, estratti, lavorazioni conto terzi, strumentazione di laboratorio ecc. Per tornare sulle dimensioni, si tenga presente che tutte le nostre manifestazioni hanno al loro interno, come espositori, sia aziende multinazionali sia piccole realtà, magari nate da pochissimo. E questo può accadere grazie al fatto che la visitazione è sempre molto eterogenea ed è costituita da grandi gruppi così come produttori di piccole o medie dimensioni alla ricerca del prodotto innovativo. 
 
Qual è il profilo dell’azienda tipo che può realmente mettere a frutto un’esperienza di questo tipo? 
Sicuramente un’azienda che abbia qualcosa in termini di progetto o prodotto da raccontare.  
 
In cosa consiste concretamente il concept «Quick, Smart & Business oriented» della manifestazione? 
Già dallo scorso anno la manifestazione è stata compattata in 2 giorni, il che permette agli espositori di non impegnare molto tempo per la presenza in fiera e, allo stesso modo, i costi da sostenere si riducono. Inoltre, sempre a partire dall’edizione 2015, Nuce Health World Expo ha potuto contare sulla presenza di buyer internazionali invitati da noi organizzatori, dopo essere stati selezionati accuratamente, con l’obiettivo di effettuare incontri business-to-business con gli espositori. Per il 2016 l’International Buyer Program sarà ulteriormente ampliato e raffinato. 
 
In cosa si concretizza l’opportunità per le aziende che stanno avviando o hanno avviato un processo di internazionalizzazione? 
I partecipanti a Nuce Health World Expo avranno la possibilità di partecipare anche agli eventi di BolognaFiere a New York, Las Vegas e Hong Kong in una sezione appositamente creata e dedicata alla nutraceutica.



Qual è il valore della sinergia con CosmoPack? 
La nutraceutica e la cosmesi sono due mondi che si stanno avvicinando sempre più. Così compratori e produttori sono spesso gli stessi per i due comparti. Cosmopack è l’evento mondiale dedicato a tutta la filiera della cosmesi, dalle materie prime alle lavorazioni conto terzi, fino al packaging. Grazie alla contemporaneità delle due manifestazioni, gli espositori di Nuce Health World Expo potranno beneficiare, in aggiunta alla visitazione specifica, di tutto l’indotto creato da Cosmopack e dai suoi oltre 20.000 visitatori, di cui più della metà stranieri, con un’attività sinergica di prim’ordine.



Ha qualche indicazione per le aziende che stanno valutando l’adesione al programma?
Si, non abbiate alcun indugio e affrettatevi!
 

Il testo completo è riservato agli associati Federsalus.

Sei già un associato?

Effettua il login

Non sei un associato e vuoi saperne di più?

Scopri come aderire

Annulla