Data pubblicazione: Mar 22 Dicembre 2020| Categoria: Noi per Voi

Le attività di FederSalus nel biennio 2018-2020 e le sfide future

Questi ultimi due anni hanno rappresentato per FederSalus un periodo ricco di avvenimenti, di risultati raggiunti e di nuove sfide, non ultima quella rappresentata dall’attuale emergenza sanitaria.

L’Assemblea dei Soci, tenutasi lo scorso 3 dicembre per l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo di FederSalus, ha rappresentato un’occasione per ripercorrere le tappe principali di questi ultimi 24 mesi e per illustrare le prospettive future dell’Associazione.

Il Presidente Andrea Zanardi ha ricordato nel suo intervento i punti salienti del biennio 2018-2020: il primo importante traguardo è stato raggiunto con il compimento dei primi venti anni di attività dell’Associazione, caratterizzati da un costante impegno a sostegno della filiera industriale e del suo prodotto di eccellenza, che ha portato FederSalus a raggiungere oggi una base associativa di oltre 230 aziende, a rappresentare un punto di riferimento per il settore, e ad un riconoscimento del valore per la salute, sociale ed economico dell’integratore alimentare. In questi anni l’industria degli integratori alimentari è cresciuta e si è rafforzata, raggiungendo nell’ultimo anno un fatturato di 3,7 miliardi di euro e arrivando ad impiegare circa 22.000 addetti.

In questi ultimi due anni FederSalus si è inoltre fortemente impegnata in una attività di public affair a livello europeo, con focus in particolare sui dossier relativi ai derivati dell’Idrossiantracene, al Riso Rosso Fermentato (a sostegno del quale ha realizzato una metanalisi in collaborazione con l’Università di Bologna, che ha valutato il profilo di sicurezza della monacolina k, inviata all’EFSA) e all’acido Lipoico. Su questi temi ha inoltre attivato dei team di lavoro e di studio dedicati.

Lo scorso anno l’Associazione ha gestito tempestivamente la crisi legata ai prodotti a base di Curcuma mettendosi a disposizione delle autorità per condividere dati utili all’identificazione del rischio e a collaborare con le Istituzioni al fine di individuare le procedure utili a definire un sistema di vigilanza efficace.

Altro elemento decisivo del biennio è stato il forte orientamento e supporto all’internazionalizzazione che si ha portato ad una stretta collaborazione con ICE – Italian Trade Agency e con il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (MAECI).

Altre importanti collaborazioni sono attivate con le Associazioni e gli stakeholders istituzionali per la stesura di una norma UNI sulle GMP del nostro settore e vi è stato un avvicinamento strategico con Integratori Italia e SISTE (Società Italiana di Scienze Applicate alle Piante Officinali e ai Prodotti per la Salute).

Importante è stata anche la ridefinizione dell’indagine di settore e l’avvio della collaborazione con IQVIA.

Il Presidente Zanardi ha infine illustrato le sfide che attendono il nuovo Consiglio, ricordando come il perimetro regolatorio all’interno del quale operano le aziende del settore stia diventando più fragile, alla luce di quanto previsto nell’Articolo 8, utilizzato come strumento di ridimensionamento del mercato; la differente visione degli integratori alimentari negli altri Paesi comunitari; la prossima saturazione del mercato interno e il grande interrogativo che riguarda la crisi economica che si attende per l’era post Covid-19.

In occasione dell’Assemblea è inoltre intervenuta Cinzia Pranzoni, Consigliere FederSalus, che riprendendo le numerose iniziative messe in atto dall’Associazione, ha ricordato come in questo periodo di grandi incertezze dovute all’emergenza sanitaria, FederSalus abbia saputo reagire in modo tempestivo e incisivo, arricchendo il proprio piano formativo ed attivando strumenti digitali funzionali per ampie platee. Nello specifico le attività di Formazione e Comunicazione nel 2020 hanno visto, per la Formazione, la realizzazione di 18 webinar sui temi della sostenibilità, del mercato, su temi tecnico-regolatori, sull’internazionalizzazione e sulla formazione aziendale, per un totale di 678 partecipanti. Durante questi momenti formativi è stato sottolineato il ruolo della sostenibilità come driver di crescita del business aziendale, è emersa l’importanza di sviluppare un modello multicanale di informazione medico-scientifica, che continua a rappresentare una caratteristica chiave del settore degli integratori alimentari; sul tema del digitale e dell’e-commerce è stata sottolineata la necessità di tutelare il retail tradizionale dalla competitività dell’e-commerce e di offrire al cliente una customer journey sempre più completa, massimizzando vendite e ritorno sull’investimento, attraverso un presidio della comunicazione sui prodotti, e di un brand aziendale e di una strategia di marketing e di vendita omnicanale per integrare l’esperienza online e offline.

Per quanto riguarda l’attività del Centro Studi, sono stati avviati 3 tavoli di lavoro per la V Indagine di settore con Elite Borsa Italiana, la Direzione Studi e Ricerche Intesa San Paolo e IQVIA; è stata inoltre ridefinita la stessa indagine con l’obiettivo di espandere la base campionaria includendo aziende rappresentative del settore non associate a FederSalus e di certificare il modello analitico di espansione dei dati campionari.

Sono state inoltre realizzate 3 survey per valutare l’impatto del Covid–19 sulle le aziende associate.

Il monitoraggio costante del mercato ha portato allo sviluppo di n. 2 report sull’e-commerce di farmacie e parafarmacie e di 13 report sull’andamento settimanale degli integratori alimentari in farmacia da metà marzo a metà giugno. Il monitoraggio costante del mercato e la condivisione dei dati – grazie alla collaborazione con IQVIA, ha permesso una ottimizzazione della visione del mercato degli integratori alimentari nella GDO, a partire dai dati di giugno, una ricostruzione puntuale del perimetro di mercato degli Alimenti a fini medici speciali e la creazione di una nuova classe di mercato per monitorare i Tonici cerebrali.

FederSalus è stata molto attiva anche sul piano della comunicazione, raggiungendo una importante visibilità mediatica con 137 articoli pubblicati a seguito di attività specifiche dell’Associazione e circa 400 uscite spontanee che segnalano il sempre più crescente interesse verso l’attività di FederSalus e il tema degli integratori alimentari. Un importante strumento di comunicazione con le aziende associate che sta diventando sempre più fonte autorevole di informazioni anche per i media è rappresentato dalle eNews mensili veicolate dall’Associazione. L’importanza e il crescente peso di FederSalus come punto di riferimento del settore è dimostrato anche dai numero raggiunti dal sito e dai canali social dell’Associazione.