mer 7 aprile 2010 | Categoria: Salute

Nuova ricerca, gli omega-3 possono aiutare a ridurre i comportamenti aggressivi

L’Osservatorio FederSalus rende noto uno studio condotto dal National Institute on alcohol abuse and alcoholism

 

La prevenzione degli atti di bullismo e dei comportamenti aggressivi trova finalmente un valido alleato negli integratori alimentari contenenti vitamine, minerali ma soprattutto Omega-3. Grazie ad una loro assunzione sia nelle prime fasi di sviluppo sia nell’età adulta, infatti, si è registrata una riduzione pari addirittura al 34% degli episodi di violenza. Il mancato apporto di Omega-3 durante i primi anni di vita può giungere, dunque, a provocare una riduzione nei livelli di serotonina del cervello, proprio nei momenti più importanti della formazione e dello sviluppo neurologico, causando un funzionamento inadeguato del sistema libico e del cortex frontale del cervello. Ne sarebbero “vittima” non solo bambini e adolescenti, ma anche carcerati e alcolisti che si trovano a vivere situazioni di disagio sociale.

 

Lo dichiara l’Osservatorio FederSalus, la Federazione Nazionale dei Produttori di Prodotti Salutistici, che rende noto uno studio pubblicato sul British Journal of Psychiatry e elaborato da un gruppo di ricercatori del National Institute on alcohol abuse and alcoholism di Bethesda (Usa), sotto la guida del Dott. Joseph Hibbeln e condotto su oltre 200 giovani reclusi.

 

Dai bambini agli adulti con problemi di depressione, aggressività e nervosismo, sino a chi compie veri e propri atti di violenza, tutti hanno necessariamente bisogno di un supporto sia dal punto di vista psicologico sia da quello nutrizionale. Il tipo di alimentazione occidentale, purtroppo, si rivela come una delle principali cause di questa tipologia di comportamenti e atteggiamenti proprio perché è troppo spesso carente di nutrienti essenziali per l’organismo, soprattutto in fase di crescita, provocando problemi di natura fisica e psicologica.

 

“Il cambio di alimentazione – dichiara Germano Scarpa, Presidente di FederSalus – coadiuvato dal giusto apporto di integratori contenenti Omega3 e minerali come lo zinco, sempre sotto il controllo di uno specialista in nutrizione e alimentazione, possono migliorare i sintomi e diminuire i comportamenti disobbedienti, aggressivi e violenti, soprattutto nei giovani”.

Annulla