mar 8 settembre 2020 | Categoria: Noi per Voi

Scienze della Nutrizione Umana, un nuovo corso di Laurea Magistrale dell’Università di Parma. FederSalus nel Comitato di Indirizzo

Parte a settembre 2020 il nuovo corso di laurea magistrale “Scienze della Nutrizione Umana” – afferente alla classe “LM-61 Scienze della Nutrizione Umana” – presso l’Università di Parma, Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. Un corso magistrale di nutrizione orientata alla nutraceutica di cui FederSalus sarà parte del Comitato di Indirizzo, in fase di costituzione. L’organismo, composto da una rappresentanza dei docenti del Dipartimento e da esponenti del mondo del lavoro, assicura un costante collegamento con il mondo imprenditoriale e del lavoro, al fine di valutare l’andamento dei Corsi di Studio, di elaborare proposte di definizione e progettazione dell’offerta formativa e degli obiettivi di apprendimento, promuovendo i contatti per eventuali tirocini formativi degli studenti presso aziende ed enti.

L’idea di una nuova laurea magistrale orientata alla nutraceutica origina da un gruppo di docenti del Dipartimento di Scienze dei Alimenti e del Farmaco per rispondere a due degli obiettivi che si pongono le moderne società occidentali: un’elevata qualità della vita e la sostenibilità dei sistemi sanitari alla luce dell’andamento demografico che sposta sempre un po’ più avanti l’età media della popolazione con il conseguente aumento dell’invecchiamento della popolazione e delle malattie cronico-degenerative. Diventa, quindi, sempre più rilevante il tema dell’healthy ageing, ovvero di un invecchiamento sano e attivo della popolazione stessa.

In un contesto così delineato, la prevenzione rappresenta sicuramente l’approccio più efficace per il cittadino e il più sostenibile per la collettività: stili di vita corretti e un’alimentazione sana ed equilibrata rappresentano una condizione essenziale al raggiungimento degli obiettivi sopra menzionati, in cui l’uso efficace di prodotti (alimenti, supplementi e integratori) impiegati a fini salutistici riveste particolare interesse.

L’idea del nuovo corso di Laurea Magistrale LM-61 presso l’Università di Parma si concentra in particolare sul corretto impiego dei prodotti “nutraceutici” e degli alimenti funzionali con l’obiettivo di affrontare e approfondire temi legati alla preparazione di prodotti specificamente formulati per garantire e promuovere la salute degli individui. I prodotti di integrazione e i nutraceutici rappresentano, ormai, una categoria a sé rispetto ai prodotti farmaceutici e alimentari e come tali richiedono competenze e conoscenze trasversali ma distinte. Lo sviluppo del progetto è stato inizialmente affidato ai Proff. Furio Brighenti e Franco Bernini, rispettivamente delle aree Food e Pharma del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco (DISAF).

Obiettivo del corso è la formazione di laureati con professionalità avanzate in Nutrizione Umana, garantendo le componenti scientifico-culturali in relazione alla nutrizione di base e alla nutrizione applicata nonché ad aree culturali collegate quali sicurezza alimentare, biochimica degli alimenti, epidemiologia, tecnologie alimentari e farmaceutiche, farmacologia e tossicologia, aspetti legati alle patologie a componente o genesi nutrizionale.

Interessante notare che, nonostante un forte sviluppo del mercato degli integratori e degli alimenti funzionali in Italia, come nel mondo, e la necessità di conoscenze e competenze specificamente indirizzate alla ricerca, produzione e gestione di un mercato di prodotti così particolare, ancora molto limitata è la presenza, nel panorama italiano, di offerte formative su questo tema.

Considerazione, questa, che già nel 2018 Federsalus evidenziava, suggerendo l’opportunità di “puntare ad accrescere in ambito universitario i percorsi di studio dedicati al tema dell’integrazione alimentare, anche per creare le competenze richieste dalle aziende del settore che non risultano sempre facilmente reperibili.”[1]

È ormai noto che il mercato degli integratori alimentari vive da anni una fase di forte espansione e l’Italia rappresenta uno dei Paesi leader in Europa. Il mercato dei supplementi, degli integratori e dei prodotti alimentari a fini medici speciali rappresenta il secondo più importante nel canale Farmacia, preceduto solo dal farmaco.

Ecco quindi che il bisogno di competenze nel settore alimentare risponde anche ad un’esigenza di espansione del mercato e riguarda diversi ambiti, dalla progettazione e sviluppo ingredientistico all’innovazione di prodotti alimentari salutistici e funzionali; dalla capacità di valutazione EBM (Evidence-Base Medicine) delle caratteristiche nutrizionali, salutistiche e funzionali degli alimenti e bevande all’impiego di alimenti e bevande in situazioni fisiologiche particolari (sport, gravidanza, invecchiamento); dalla conoscenza dei principi di legislazione, economia e management degli alimenti salutistici e funzionali all’educazione alimentare, lotta alle “fake news” in ambito alimentare e promozione della dieta equilibrata.

Un corso di laurea magistrale di questa natura ha in sé elementi di novità assoluta nell’area della formazione della nutrizione umana, ancora poco presente in gran parte delle regioni del Nordest e del litorale Adriatico. Inoltre, le altre Lauree magistrali ad oggi attive (le LM-61) non riescono a soddisfare una domanda in continua crescita e questo fa ben pensare che il nuovo corso di Laurea avrà un’ottima partecipazione (il limite della classe è 65 iscritti e se ne registrano già 40 a quindici giorni dall’apertura delle iscrizioni).

Se si considera, poi, che non esiste in Italia un’offerta indirizzata specificatamente al settore degli alimenti e degli integratori per la salute, il nuovo corso ha tutte le possibilità per diventare molto caratterizzante a livello nazionale e contribuire a rafforzare un’offerta formativa indirizzata ai settori alimentare e farmaceutico, settori industriali chiave del territorio;  nel Nord Italia infatti si concentra l’80% delle aziende che si occupano di integratori alimentari e le più grandi aziende alimentari italiane.

La figura professionale formata da questo corso di laurea sarà in grado di affrontare in modo completo le esigenze del mondo della produzione e dei servizi che riguardano il settore dei prodotti alimentari: dalla progettazione alla produzione e distribuzione.

Molti gli sbocchi occupazionali: industria, ricerca e produzione, marketing, nutrivigilanza, regolatorio; enti pubblici e privati di controllo e di analisi degli alimenti; consulenza nel settore dell’alimentazione umana; società di controllo e analisi degli alimenti.

Inoltre, lo sbocco occupazionale legato all’iscrizione all’Ordine dei Biologi abilita legalmente il professionista alla valutazione dello stato di nutrizione e dei bisogni nutritivi dell’uomo e all’elaborazione e determinazione di diete ottimali.

Le informazioni sul corso di laurea possono essere trovate qui https://cdlm-snu.unipr.it/it

[1]  “Mercato degli integratori alimentari in Italia e la formazione universitaria” di Federsalus – Associazione Nazionale Produttori e Distributori Prodotti Salutistici

Annulla