mer 25 luglio 2018 | Categoria: Cosa c'è di nuovo

Strategie di comunicazione online e web reputation per il successo delle aziende

L’impatto delle nuove tecnologie, la diffusione di nuovi canali di vendita e le riforme in ambito di regolamentazione commerciale comportano nuove sfide per le aziende che devono necessariamente ripensare i propri modelli di business, ma anche di organizzazione interna. Se ne è parlato durante il seminario "Integratori alimentari. Strategie di valorizzazione e protezione del brand e della reputazione nell’era dei social network", promosso da FederSalus in collaborazione con lo Studio Legale Bird & Bird e la Società di consulenza Baseline.
 
In questo contesto, con particolare riferimento alla diffusione e alla capillarità dei media digitali e dei social network, risulta fondamentale quanto strategico per le aziende implementare strategie di marketing e comunicazione online. La corporate reputation di un’azienda, infatti, si basa sul concetto di credibilità, che oggi si costruisce e si distrugge con un semplice clic se non si dispone di una strategia appropriata.
Tre sono le principali aree di rischio da conoscere e gestire quando si inizia un processo di costruzione della web reputation: l’uso improprio dei social network, i commenti negativi e le false notizie sul brand diffusi su blog e forum, l’utilizzo non autorizzato della denominazione della società e del marchio e delle immagini dei prodotti.
 
Analizzate le principali zone di rischio, l’azienda deve pianificare una serie di attività preventive, protettive e correttive con l’obiettivo di delineare una strategia di web reputation solida.
Innanzitutto è necessario minimizzare il rischio di impatto sulla web reputation, individuando i fattori che possano minare la reputazione sul web e affrontandoli da un prospettiva sia interna che esterna; è poi importante catturare i segnali provenienti dal web, definendo un sistema di monitoraggio affidabile e tempestivo per identificare i problemi relativi alla reputazione; infine è fondamentale affrontare le crisi con risposte appropriate, definendo le pratiche migliori per la gestione dei problemi di reputazione sul web. 
 
La possibilità di monitorare il sentiment del proprio mercato di riferimento e gli effetti delle proprie politiche commerciali, e la conseguente conoscenza e consapevolezza della percezione del brand sul mercato, garantiscono maggiori possibilità di successo per le strategie di marketing pianificate. Una buona strategia di comunicazione online, infatti, permette di ricalibrare tempestivamente le strategie di marketing aziendali, ma anche i rapporti con i propri stakeholder e con i concorrenti.  Inoltre, agire sulla web reputation migliora il NPS – Net promoter Score e ne amplifica gli effetti, determinando così un aumento delle vendite.
La costruzione e la tutela della corporate reputation sono rilevanti sia per il top management aziendale, considerata la forte relazione fra manager e brand; ma hanno ricadute positive anche sulle attività di marketing, poiché permettono di studiare gli impatti delle politiche commerciali, di anticipare i sentiment del mercato, di definire strategie ex ante e di analizzare il comportamento dei competitors.
In più, le strategie di comunicazione online, coinvolgendo anche le aree interne dell’azienda, permettono di presidiare il rischio di danno alla reputazione derivante da comportamenti dannosi dei dipendenti, come l’utilizzo improprio dei social network personali e dell’azienda; ma anche di prevenire i rischi derivanti dal coinvolgimento di testimonial, influencer e brand ambassador nelle campagne pubblicitarie, che se non impostato secondo i criteri di trasparenza e correttezza della pubblicità digitale può creare problemi legali e di immagine all’azienda.
 
Le misure descritte vanno implementate con un approccio multidisciplinare, che coinvolga tutti gli attori del processo sia a livello istituzionale che individuale, e che si fondi su una riorganizzazione efficiente delle strutture organizzative aziendali, per permettere un piano di azioni congiunto al fine di pianificare e monitorare le strategie di protezione del brand e più in generale della reputazione dell’azienda.
 
 
 
 
 
Annulla